Dublin: a week-end among parks and nature

Leggi in italiano!

Dublin is the capital of Ireland. I like to call it a “Little London”, as, in my opinion, it shares many features with the British capital, like the style of its architecture and the numerous urban parks. Of course, due to the difference in size between the two cities, the general atmosphere here is somehow more familiar; furthermore, the city center is not so large: one day is enough to get a full overview of it.

Once you are here, you will see how the sense of Irish identity is still very strong. As soon as you leave the airport, pay attention to the road signs for instance: they always show directions in two languages, both in English and Irish. In fact, Irish is still currently the first offical language of the country. Irish is a Celtic language, so it does not have anything in common with English, as you may notice comparing different words between the two tongues. You will hardly grasp it. Do not confuse Irish with Gaelic: the former is the language currently spoken in Ireland; the latter refers to the native language of Scotland.

So, in this post I am going to explain how to get the best out of this town in a 3-day visit, with particular focus on its parks and the nature surrounding it, that will give you a taste of what you may expect in a larger tour of Ireland.

Are you ready to explore the Irish capital? Let’s go!

How to get to Dublin

Dublin is well connected to the rest of Europe: check the web-sites of low-cost airlines (Ryanair.com for instance) or just go to Skyscanner.com.

How to get around Dublin

You can go around Dublin using its efficient network of public means, which includes bus, train (the DART system) and tram. When you take a bus, you can pay cash directly to the driver: make sure to have the exact amount of the fare. Moreover, think about getting a Leap Card to access the entire network of the transport system and save some money.

Trinity College

Spend your first day having a tour among the main attractions in the city centre. Start your visit from the Trinity College, in the heart of the town. It is one of the most prestigious university in Europe and one of the oldest in Ireland, as it was founded in 1592. Have a walk along the paths among the campus and enjoy the university atmosphere, surrounded by its green gardens.

The Molly Malone Statue

When you get out of the Trinity College, do not miss the Molly Malone Statue in Suffolk Street (in the past it was located in Grafton Street). “Molly Malone” is the name of a very popular song in Dublin about a 17th century girl who died young of a fever. The statue is not actually dedicated to a particular woman, but to the many “Molly Malones” who lived in those days and used to work as a hawker by day and as a prostitute by night.

The Molly Malone Statue

Merrion Square, Saint Stephen’s Green and Grafton Street

After your break at the Molly Malone Statue, I suggest visiting Merrion Square and Saint Stephen’s Green. They are within walking distance. Just walk down Nassau Street. Relax strolling along the paths through these nice urban parks. In Merrion Square you will find an Oscar Wilde Statue, while in Stephen’s Green look for the bust of James Joyce. In fact, both were born in Dublin: the former became famous both as a playwright and as a novelist (his works include “The Importance of Being Earnest” and “The Picture of Dorian Gray”); the latter, a novelist as well, pioneered new narrative techniques (like the “stream of consciousness”), that found their highest expression in the novel “Ulysses”.

Saint Stephen’s Green

To end your day, have a walk in traffic-free Grafton Street, the main shopping street in Dublin. It starts from the north-west corner of Saint Stephen’s Green. In this lively street, you will probably meet some street performers, like musicians for instance.

Phoenix Park

Phoenix Park lies to the north-west of Dublin city centre. It is one of the largest urban parks in Europe. You can get here either by bus or by train: check the schedule on Google or on the Dublin bus web-site. The Heuston Station is the closest to the south-east gate (the main entrance) on Parkgate Street.

You can spend an entire day here, walking along the endless paths of the park. Once here, you may also consider to rent a bike and explore the park with two wheels. Bring some food with you and have a pic-nic here. Visit the official web-site of the park to get further information and download some detailed maps.

A path through Phoenix Park

While you are strolling among the park, you will have the chance to spot some wildlife closely: Phoenix Park is in fact home to a herd of wild deer. If you love watching animals in their natural environment, you will not definitely be disappointed. However, please be careful and do not feed them.

A herd of deer in Phoenix Park

Eventually, another important attraction of the park is the residence of the President of the Republic of Ireland (Áras an Uachtaráin).

Saint Patrick’s Cathedral

On your way back to the city centre from Phoenix Park, you may have a stop at the Saint Patrick’s Cathedral, founded in 1191. Check the opening times if you wish to enter the church.

Saint Patrick’s Cathedral

Howth

Howth is a lovely fishing village located north-east of the city centre. This is a nice day-trip from Dublin to have a taste of the beauty of Ireland’s cliffs and coastal landscape. It is very easy to get here from the city: just take the DART from Dublin Connolly Station in Amiens Street and in about 20 minutes you will be here (3.30 € for a one-way ticket).

When you exit the railway station, the first thing you see is the fishing harbour. Have a walk along the quays and stare into the water: you may easily spot a seal hoping to get some food from the people.

A seal at the Howth harbour

From here, keep walking east along the harbour and look for the Howth Cliff Path. It will lead you on a stunning scenic trail along the cliff. There are four different loop paths you may follow: they are between 6 and 10 km long. Make sure to wear hiking shoes, as the ground is quite rocky at times. During your hike, listen to the whispering wind and the soothing sound of the waves crashing into the cliff; enjoy the silence surrounding you and empty your mind; breath the salty air of the sea.

Howth Cliff Path

Once you reach the Baily Lighthouse, you may decide either to continue the coastal walk to the Sutton village or to turn right to the top of the hill (“The Summit”) and get back to the harbour. If you choose the second option, you will enjoy beautiful views of the heath surrounding you.

The Baily Lighthouse
Heath surrounding Howth hills

When you get back to Howth, recharge your batteries after the hike and have something to eat at one of the typical seafood restaurants along the harbour.

This the end of my trip: I remember that the next day my flight was scheduled very early in the morning, but luckily I was rewarded with this beautiful sunrise. So, as they say, not everything which is bad comes to hurt us!

Sunrise view from the plane window

I hope you have enjoyed yourself reading this post. If so, leave a comment and follow me on social networks!

Dublino: un week-end fra parchi e natura

Dublino è la capitale dell’Irlanda. Mi piace chiamarla una “Piccola Londra”, poichè, secondo il mio pensiero, condivide molte caratteristiche con la capitale britannica, come lo stile della architettura e i numerosi parchi cittadini. Naturalmente, vista la differente grandezza fra le due città, l’atmosfera generale qui è molto più familiare; inoltre, il centro della città non è molto grande: un giorno è sufficiente per averne una visione generale.

Una volta qui, ti renderai conto come il senso di identità irlandese sia ancora molto forte. Non appena lasci l’aeroporto, fai attenzione ai segnali stradali ad esempio: essi mostrano sempre le indicazioni in due lingue, sia in inglese, sia in irlandese. Infatti, l’irlandese è ancora la prima lingua ufficiale del Paese. L’irlandese è una lingua celtica, quindi non ha niente in comune con l’inglese, come puoi notare confrontando parole diverse nelle due lingue. Difficilmente lo capirai. Non confondere l’irlandese con il gaelico: il primo è la lingua parlata attualmente in Irlanda; il secondo si riferisce alla lingua nativa scozzese.

In questo articolo spiegherò quindi come vedere il meglio di questa città in una visita di tre giorni, con particolare riferimento ai suoi parchi e alla natura circostante, che ti darà un assaggio di cosa potrai aspettarti in un tour più ampio dell’Irlanda.

Allora, sei pronto per esplorare la capitale irlandese? Partiamo!

Come arrivare a Dublino

Dublino è ben collegata con il resto dell’Europa: controlla i siti delle principali compagnie low-cost (Ryanair.com ad esempio) oppure visita il sito Skyscanner.com.

Come spostarsi a Dublino

Per spostarti a Dublino, puoi usare la sua efficiente rete di trasporto pubblico, che include autobus, treno (DART) e tram. Quando prendi un autobus, puoi pagare direttamente all’autista in contanti: assicurati solo di avere l’importo esatto della corsa. Inoltre, considera di acquistare una Leap Card, per avere accesso all’intera rete del sistema di trasporto e risparmiare qualcosa.

Trinity College

Impiega il tuo primo giorno per fare un giro attraverso le principali attrazioni del centro. Inizia la tua visita dal Trinity College, nel cuore della città. Si tratta di una delle università più prestigiose di Europa e una delle più antiche di Irlanda, essendo stata fondata nel 1592. Passeggia lungo i vialetti del campus e goditi l’atmosfera universitaria tra i suoi verdi giardini.

La statua di Molly Malone

Una volta uscito dal Trinity College, non perderti la statua di Molly Malone in Suffolk Street (in passato era situata in Grafton Street). “Molly Malone” è il nome di una canzone molto popolare a Dublino riguardo una ragazza del ‘600 che morì da giovane in seguito ad una influenza. La statua non è in realtà dedicata a una donna particolare, ma a tutte le “Molly Malone” che vissero in quei tempi e lavoravano di giorno come pescivendole e di notte come prostitute.

La statua di Molly Malone

Merrion Square, Saint Stephen’s Green e Grafton Street

Dopo la sosta alla statua di Molly Malone, ti suggerisco di visitare Merrion Square e Saint Stephen’s Green. Sono a pochi passi di distanza. Percorri semplicemente Nassau Street. Rilassati passeggiando lungo i sentieri all’interno di questi graziosi parchi cittadini. In Merrion Square troverai una statua di Oscar Wilde, mentre in Stephen’s Green vai alla ricerca del busto di James Joyce. Entrambi nacquero infatti a Dublino: il primo divenne famoso sia come drammaturgo, sia come scrittore (le sue opere includono “The Importance of Being Earnest” e “The Picture of Dorian Gray”); il secondo, a sua volta uno scrittore, sperimentò nuove tecniche narrative (come il “flusso di coscienza”), che trovarono la loro più alta espressione nel romanzo “Ulysses”.

Saint Stephen’s Green

Per terminare la tua giornata, fai una passeggiata nella strada pedonale Grafton Street, la principale via dello shopping di Dublino. Essa ha inizio dall’angolo nord-ovest di Saint Stephen’s Green. In questa vivace via incontrerai probabilmente qualche artista di strada, come musicisti ad esempio.

Phoenix Park

Phoenix Park si trova a nord-ovest del centro di Dublino. È uno dei parchi urbani più grandi di Europa. Puoi arrivarci sia in autobus, sia in treno: controlla gli orari su Google o sul sito di Dublinbus. La Heuston Station è quella più vicina all’ingresso sud-est (l’entrata principale) in Parkgate Street.

Qui puoi trascorrere una intera giornata, camminando lungo gli infiniti sentieri del parco. Una volta qui, puoi valutare se prendere a noleggio una bicicletta ed esplorare il parco su due ruote. Portati un pranzo al sacco e goditi un pic-nic. Visita il sito ufficiale del parco per maggiori informazioni e per scaricare delle mappe dettagliate.

Un sentiero attraverso Phoenix Park

Mentre passeggi per il parco, avrai l’opportunità di osservare da vicino alcuni animali selvatici: a Phoenix Park vive infatti un branco di cervi selvatici. Se ti piace osservare gli animali nel loro ambiente naturale, non resterai certamente deluso. In ogni caso, presta molta attenzione e non dar loro da mangiare.

Un branco di cervi a Phoenix Park

Infine, un’altra attrazione importante del parco è la residenza del Presidente della Repubblica di Irlanda (Áras an Uachtaráin).

La Cattedrale di Saint Patrick

Sulla via del ritorno verso il centro città da Phoenix Park, puoi fare una sosta presso la Cattedrale di Saint Patrick, fondata nel 1191. Verifica prima gli orari di apertura se desideri visitarla all’interno.

La Cattedrale di Saint Patrick

Howth

Howth è un villaggio di pescatori a nord-est del centro città. È una gita carina da fare in giornata da Dublino per avere un assaggio della bellezza delle scogliere irlandesi e del paesaggio costiero. È molto semplice arrivare qui dalla città: basta prendere la DART dalla Connolly Station in Amiens Street e in circa 20 minuti sarai arrivato (3,30 € per un biglietto di sola andata).

Quando esci dalla stazione ferroviaria, la prima cosa che vedrai è il porto. Fai una passeggiata lungo le banchine e osserva attentamente l’acqua: potresti infatti avvistare delle foche, in attesa di un po’ di cibo dai passanti.

Una foca al porto di Howth

Da qui , cammina verso est lungo il porto e cerca l’Howth Cliff Path. Esso ti condurrà su un incredibile sentiero panoramico lungo la scogliera. Ci sono quattro diversi percorsi circolari che è possibile seguire: sono lunghi fra i 6 e i 10 km. Ricordati di indossare delle scarpe da trekking comode, in quanto il terreno è sdrucciolevole a tratti. Durante la passeggiata, ascolta il mormorio del vento e il suono rilassante delle onde che si infrangono sulla scogliera; goditi il silenzio che ti circonda e libera la mente; respira l’aria salmastra del mare.

Sentiero lungo la scogliera di Howth

Una volta raggiunto il Faro di Baily, potrai decidere se continuare il sentiero costiero fino al villaggio di Sutton o se girare a destra verso la cima della collina (“The Summit”) e tornare al porto. Se scegli la seconda opzione, potrai ammirare delle impressionanti viste sulla brughiera circostante.

Il Faro di Baily
Brughiera intorno alle colline di Howth

Quando sarai tornato a Howth, ricarica le batterie dopo il trekking e fermati a mangiare qualcosa in uno dei tipici ristoranti di pesce nei dintorni del porto.

Questa è la fine del mio viaggio: ricordo che il giorno seguente avevo il volo la mattina molto presto, ma fortunatamente fui ricompensato da questa fantastica alba. Così, come si dice, non tutto il male viene per nuocere!

Alba dal finestrino dell’aereo

Spero che tu non ti sia annoiato leggendo questo articolo. Se non è così, lascia un commento qui sotto e seguimi sui social networks!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.